Home / Fonderia / Processo di fonderia: le 5 fasi di creazione del getto

Processo di fonderia: le 5 fasi di creazione del getto

Processo di fonderia: le 5 fasi di creazione del getto

Il processo di fonderia per fusione è una tra le tecniche più antiche e più versatili che esistano per la realizzazione di oggetti di vario utilizzo, che siano essi da lavorare successivamente che da utilizzare direttamente.

L’arte della fonderia e della figura del fonditore ha dato origine per millenni ad opere artistiche eccezionali. Nel tempo si è trasformata progressivamente, raffinandosi in una vera e propria tecnica industriale con lo scopo di produrre importanti componenti utilizzati in tutti i settori applicativi.

La fusione è una tecnica versatile in quanto mette a disposizione un gran numero di procedimenti che permettono di realizzare pezzi da pochi grammi a tonnellate di peso, dalla forma semplice ma anche molto complessa, fondendo tutte le leghe di interesse tecnico.

Il processo di fonderia

La creazione del getto in fonderia, si divide in 5 fasi:

  • Progettazione del getto ottenibile per fusione: esistono una serie di indicazioni specifiche per questo particolare processo tecnologico (raccordi, angoli di sformo, sovrametalli, calcolo dei ritiri, sottosquadri, spessori, ecc…)
  • Preparazione di un negativo del pezzo detto “forma” mediante due metodi base:
  • Creazione di una forma transitoria in terra distrutta al momento dell’estrazione del getto: per creare tale forma è necessario disporre di una copia del getto detta “modello”;
  • Creazione di una forma permanente in materiale metallico (conchiglia) utilizzabile per più colate.
  • Portare il materiale prescelto per il getto allo stato fuso e colarlo all’interno della forma: a questo scopo esistono diverse tecnologie per effettuare la colata;
  • Consentire alla colata di solidificare e provvedere quindi l’estrazione del getto;
  • Provvedere alle operazioni di finitura del getto: smaterozzatura, sbavatura, sabbiatura, ecc…

I metodi di preparazione del getto

I metodi di preparazione del getto o di formatura si distinguono in due gruppi:

  • Metodi di formatura a perdere: ogni forma può essere utilizzata per una sola colata e viene distrutta al momento dell’estrazione del pezzo;
  • Metodi di formatura in forma permanente: la forma viene progettata e realizzata per poter essere utilizzata più volte.

Dove avviene la fusione nel processo di fonderia?

La fusione nel processo di fonderia, a seconda del materiale da fondere, avviene in opportuni forni fusori. Per il materiale che Fonderia Scaranello produce, ovvero la ghisa, il forno classico è il cubilotto.

I principali tipi di forni nel processo di fusione di fonderia sono:

  • Forno ad arco elettrico: uno dei più diffusi grazie alle alte temperature ottenibili, al facile controllo delle temperature e al costo minore rispetto ad altri tipi di forno;
  • Forno a induzione: viene utilizzato soprattutto nelle piccole fonderie, dove non sono necessarie colate di grande dimensione.
  • Forno a cupola: investimenti alti per un’elevata produttività.
  • Forno a levitazione: attraverso una bobina ad induzione il materiale viene riscaldato e sospeso all’interno del forno, eliminando la formazione di gas nella colata.

Con il processo di fonderia del getto, Scaranello progetta e realizza getti in ghisa per i settori del movimento terra, automobilistico e motociclistico, ingranaggi e automatismi, idraulico, sollevamento e movimentazione.

Entra direttamente in contatto con Fonderia Scaranello:

contattaci

Riguardo A admin

Avatar

Guarda Anche

tensioni residue dei getti di fusione

Come determinare le tensioni residue nei getti di fusione

Come determinare le tensioni residue nei getti di fusione Cosa sono le tensioni residue? si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *